Opinion cinema

“Stranger Things 3”, tra Mötley Crüe e Who

La scuola è finita, la piscina è aperta. Benvenuti a Hawkins, estate 1985: Netflix ha pubblicato oggi il trailer e le prime immagini della terza stagione di Stranger Things, disponibile dal 4 luglio 2019 in tutti i Paesi in cui la piattaforma streaming è attiva. Ma cosa ci si dovrà aspettare dal terzo capitolo della serie più seguita su Netflix? Attenzione, seguono spoiler!

Per prima cosa, Shawn Levy ha confermato che la terza stagione di Stranger Things farà un salto temporale di un anno e sarà ambientata nell’estate del 1985. Una data che per i nostalgici dei fabulous eighties significa I Goonies e Ritorno al Futuro. Quest’ultimo – ha anticipato Levy – sarà «un riferimento» nel nuovo ciclo di episodi, mentre al momento non è noto se ci sarà spazio per citazioni e omaggi alla pellicola cult di Richard Donner. Come per le prime due stragioni, la produzione ha scelto ancora una volta di puntare su una colonna sonora costellata da classici degli anni ottanta: nel trailer si può sentire infatti Baba O’Riley degli Who e Home Sweet Home dei Mötley Crüe (non sappiamo come sarà inserita all’interno della serie, certo è che il brano non uscì nell’estate 1985 bensì alla fine dell’anno)

In Stranger Things 3 ci saranno anche nuovi personaggi ricorrenti. Il primo sarà la sorellina di Lucas, Erica, che i fan hanno già visto fugacemente nella seconda stagione. L’altro è descritto come «una giovane donna annoiata dal suo lavoro, fino a che non scoprirà di più sugli oscuri segreti di Hawkins». Di questa misteriosa new entry si sa che che si chiamerà Robin e avrà il volto di Maya Thurman-Hawke (la figlia di Uma Thurman ed Ethan Hawke). Accanto ai vecchi amici della prime due stagioni si aggiungono anche Jake Busey e Cary Elwes.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.heyjudemagazine.it/home/wp-content/plugins/ultimate-responsive-image-slider/layout.php on line 17

Stranger Things 3