Cult

Le quattro vite di Madonna

Madonna è sempre stata una donna fuori dal comune e da tutti (o quasi) gli schemi. Determinata, decisa a scavallare la sua mediocrità vocale e la scarsa agilità fisica, ha fatto di sé un’icona. Ad ogni nuovo lavoro corrisponde una nuova idea, il lancio di una moda ed un tour dagli allestimenti elaboratissimi e dissacranti. Tutto ebbe inizio con Like a Virgin. Era il 1984, MTV dominava il mercato mondiale della musica attraverso la rotazione dei videoclip, e quello di Madonna, girato a Venezia, che la vedeva vestita da sposa punk, fu una bomba. Il mondo impazzì per questa italoamericana spregiudicata ed ammiccante.

Gli anni ottanta a seguire sono vulcanici. Nel 1985 Madonna inizia anche la sua carriera da attrice come protagonista nel film Cercasi Susan disperatamente. Un look, quello adottato dal suo personaggio, che fa scuola fra le teenager di tutto il pianeta anche grazie al video del brano che Into The Groove, colonna sonora del film stesso. Giusto il tempo di abituarsi ai fiocchi in testa, ed è già tempo di uno stile anni sessanta con True Blue. Un album fortunatissimo che contiene anche La Isla Bonita, un classico del pop anni ottanta. Arriva anche il matrimonio con Sean Penn ed un altro paio di film non di particolare successo. La fine di questo decennio per Madonna è segnata da Like A Prayer, dalle polemiche che seguono al video giudicato quasi sacrilego. Un successo, neanche a dirlo.

Nuovo decennio, ennesima svolta. È il tempo di Vogue, dei vestiti disegnati per lei da Jean Paul Gaultier, della raffinatezza. Madonna continua la sua parallela attività di attrice e interpreta Breathless Mahoney nel film Dick Tracy al fianco di Warren Beatty. L’evoluzione continua della Signora del pop la fa approdare alla fase Erotica. Fanno molto discutere alcuni suoi servizi fotografici ed anche alcune illazioni riguardanti presunte tendente omosessuali. Il gossip, si sa, è un acceleratore potentissimo, e Madonna lo sa benissimo.

È il 1996 quando esce il film Evita che la vede protagonista. Il ruolo è per lei la consacrazione come attrice. La colonna sonora, ovviamente a lei affidata, racchiude due singoli di enorme successo. In particolare, You Must Love Me scritta da Andrew Lloyd Webber – il Re dei musical – appositamente per il film vince il premio Oscar per la migliore canzone. La fine degli anni novanta è lasciata a Ray of Light, un lavoro che porta sonorità techno ed anche un look completamente diverso. Frozen è il promo singolo. Anche in questo caso il video vede una madonna completamente diversa, capelli lunghissimi neri, abito lunghissimo nero ed atmosfera glaciale. Attualissimo ancora oggi.

Arriva il nuovo millennio. Madonna cambia nuovamente stile e volta il suo sguardo verso la disco music e l’elettronica. Il nuovo look che adotta rilancia lo stile country. Sono gli anni anche dell’ennesimo matrimonio, quello col regista Guy Ritchie. Nel novembre 2005 la cantante pubblica Confessions On A Dance Floor, il suo decimo album in studio, co-prodotto da MadonnaStuart PriceMirwais Ahmadzaï e Bloodshy & Avant. È un lavoro questo che viene accolto con le migliori critiche. Il primo singolo Hung Up contiene la campionatura di un celeberrimo pezzo degli ABBA. Il Confession Tour è l’ennesima occasione per far parlare di sé. Famoso l’enorme crocifisso con lei al centro che domina il palco.

Nel 2008 viene lanciato in tutto il mondo 4 Minutes, primo singolo dell’album Hard Candy. Il brano, cantato in coppia con Justin Timberlake. Questa ulteriore mutazione di Madonna ha come produttori Timbaland, Justin TimberlakePharrell Williams e Kanye West. Il meglio, in definitive. Oggi Madonna si dice stia festeggiando il suo sessantesimo compleanno con una megafesta iperblindata a Marrakech. Si parla di tre giorni di follie (sex, drugs and rock & roll). Non nascondo che avrei accettato volentieri l’invito.

Cristina Torti
Autore

Da che ho memoria ricordo di amare la musica. Mi piace scrivere, adoro il cinema e le serie tv. Da qualche anno mi dedico anche alla fotografia con una particolare predilezione per gli eventi live.