News musica

Le reazioni delle rockstar alla morte di Eddie Van Halen

Uno dei primi ad esprimersi pubblicamente sulla morte di Eddie Van Halen è stato Tom Morello che nel 2014 salì a Dallas sul palco con Bruce Springsteen per suonare Jump, brano simbolo dei Van Halen tratto dal disco 1984. «Un titano del rock & roll», l’ha definito in un post su Instagram. La lista delle rockstar che stanno rendendo omaggio in queste ore a Eddie è lunghissima (qui sotto trovate tutti i messaggi apparsi sui social), da Ozzy Osbourne a Patti Smith – che gli ha dedicato una poesia.

Tom Morello

Riposa in pace Eddie Van Halen. Sei stato uno dei musicisti più grandi, creativi e visionari di tutti i tempi. Un titano del rock & roll. Ti ringraziamo dal profondo del cuore per ogni nota spettacolare che hai composto.

Flea (Red Hot Chili Peppers)

Oddio. Dannazione. Ti voglio bene Eddie Van Halen. Un vero rocker, un musicista profondo con un cuore enorme e un ragazzo di Los Angeles in tutto e per tutto. Un audace innovatore e il re indiscusso di tutti i wheedlers. Che suono. Spero tu possa suonare con Jimi stasera e volare liberamente nel cosmo. Una parte importante della musica ha lasciato questa terra ed è passata dall’altra parte.

Ozzy Osbourne

Eddie Van Halen è stato uno dei ragazzi più simpatici con cui abbia mai lavorato, insieme abbiamo condiviso tante risate insieme. La sua influenza sulla musica e soprattutto sulla chitarra è stata incommensurabile. Era una leggenda assoluta. Eddie, amico mio, ci vediamo dall’altra parte.

Gene Simmons

Il mio cuore è spezzato. Eddie non era solo un dio della chitarra, ma un’anima veramente bella. Riposa in pace, Eddie.

Mike McCready (Pearl Jam)

Riposa in pace Eddie Van Halen. Il mio cuore è spezzato. Non era solo un dio della chitarra, ma un’anima veramente bella. Non riesco a credere che sia morto. L’ho visto con i Van Halen durante i tour di Van Halen II, Women And Children First, Fair Warning e Diver Down. Ho iniziato a suonare la chitarra circa un anno dopo l’uscita del loro primo disco. Sembrava che Eddie provenisse da un altro pianeta e l’energia che sprigionava sui palco era innegabile. Le sue/loro canzoni sono state fantastiche: Romeo Delight, On Fire, Unchained, Mean Street, DOA, Light up The Sky, Ain’t Talkin’ Bout Love, Eruption, Atomic Punk, Everybody Want Some. Io e Tim Dijulio saltavamo la scuola e aspettavamo in fila tutto il giorno per loro. Eddie era il Mozart della chitarra. Ha cambiato tutto.

Paul Stanley

È stato un pioniere e un musicista che ha sempre dato tutto per la sa musica. Un’anima buona. Ricordo di averlo visto suonare allo Starwood per la prima volta nel 1976 ed era già Eddie Van Halen. Sono scioccato e triste. Le mie condoglianze a Wolfie e alla famiglia.

Mötley Crüe

Sarebbe impossibile misurare l’impatto che ha avuto sulla musica. L’ha cambiata per tutti noi. Addio Eddie.

Brian May

Completamente sconvolto dalla triste notizia. Questo uomo meraviglioso era troppo giovane per essere preso. Che talento, che eredità. Probabilmente il chitarrista rock più originale e abbagliante della storia. Lo considero un ragazzo un prodigio innocente sempre pieno di gioia, sempre modesto. Quelle dita veramente magiche hanno aperto la porta a un nuovo stile di suonare la chitarra. Faccio tesoro dei momenti che abbiamo condiviso. La sua morte mi lascia un enorme buco nel cuore.

Patti Smith

La cantautrice gli ha dedicato una poesia che vi riportiamo nella versione originale: “Eddie Van Halen/Howling at the stars/Combing the tratosphere/Howling for the children/The burning fields/Then free, flies two-handed/Straight into the elestial realm where all is music”.

John 5 (Rob Zombie)

Abbiamo perso il nostro Mozart moderno. Non c’è nessuno che mi ha influenzato più di Eddie. Era un inventore, un cantautore straordinario e il più grande chitarrista che sia mai vissuto su questa Terra.

Pete Townshend (The Who)

È tragico che l’abbiamo perso. Non era solo un musicista innovativo ed elegante con grande gusto, ma era anche uno showman virtuoso che ci ha sconvolti tutti ogni volta. Crescendo è diventato più generoso, divertente e schivo riguardo ai suoi enormi doni. Un talento immenso. Il grande chitarrista americano.