Cult Musica

Come il mondo della musica ha ricordato Diego Maradona

Lo abbiamo scritto ieri sera ricordandolo: Diego Armando Maradona era una rockstar, uno di quelli che ha fatto sold out in un’arena, ogni domenica, per anni, uno di quelli che, come in una jam session, riusciva ad eseguire una musica mirabile improvvisando, senza scaletta alcuna, mettendo sul palcoscenico uno show che finiva sempre e solo come voleva lui. Sono moltissimi gli artisti del mondo della musica che in queste ore stanno dedicando messaggi al calciatore argentino, da Cesare Cremonini e Vasco Rossi a Liam Gallagher e gli U2.

Cesare Cremonini: «Maradona vinceva da solo. Solo come un uomo, solo come un Dio»

U2: «Una vita da ricordare»

Noel Gallagher: «Che vita. Che leggenda»

Liam Gallagher: «Un vero calciatore rock & roll, nessuno stronzo potrà mai essere paragonato a lui»

Vasco Rossi: «Mito indiscusso, un incantatore di palloni»

Ligabue: «Ciao Diego, mai visto uno come te»

Queen: «Riposa in pace, leggenda»

Gianna Nannini: «Una divinità del calcio, un essere umano che ha regalato emozioni a noi tutti come nessuno mai prima, e penso mai nessuno più dopo di te»

Ricky Martin: «Vola alto amico»

Loredana Bertè: «Un uomo dal talento ultraterreno»

Eros Ramazzotti: «Addio fratello, nessuno come te»

Elisa: «Ciao magico. Ciao Diego»

Piotta: «Il tuo non era solo calcio, era evocazione, era rivincita, era sogno, era magia, era… musica»

Duran Duran: «Respect»

Luchè: «Contro tutto e tutti»

Patty Pravo: «Addio leggenda»

Nino D’Angelo: «Mi trema il cuore, piango e poi piango ancora. È morto l’eterno»