Cult Musica

I dieci migliori Halftime Show della storia del Super Bowl

La notte più importante dell’anno per lo sport americano è alle porte: stanotte si svolgerà la 55esima edizione del Super Bowl, la finale del campionato di football americano, tra i Tampa Bay Buccanners e i Kansas City Chiefs. L’evento che ferma letteralmente le vite degli americani non è solo un grande match sportivo, ma anche uno show superlativo. Nel corso del Super Bowl, infatti, viene ogni anno organizzato un Halftime Show incredibile, che ha coinvolto nel corso delle edizioni super artisti di fama internazionale. Se nei primi anni di storia dell’evento l’Halftime Show era dedicato principalmente alle bande musicali delle università americane, dagli anni Novanta in poi questo spazio è stato sempre più trasformato in una mini esibizione di varie super star del mondo della musica (quest’anno toccherà a The Weeknd). Ecco quali sono stati i 10 migliori della storia.

10. The Who (2010)

Nel 2010 lo show è stato tutto dei mitici The Who. Il Sun Life Stadium di Miami Gardens si trasforma per dodici minuti in un’arena rock, dove i The Who eseguono alcuni dei loro più grandi classici come Baba O’Riley, Who Are You e Won’t Get Fooled Again. Sicuramente un’esibizione spettacolare dal punto di vista musicale, ma meno da quello visivo.

9. Madonna (2012)

Ad Indianapolis nel 2012 la Regina del Pop si presenta con un’esibizione incredibile, nel suo classico stile provocatorio e pomposo. Una scenografia che ricorda l’antica Grecia la fa da padrona, mentre sul palco salgono diversi super ospiti come LMFAO, Nicky Minaj e Cee Lo Green. Una festa dance al 100%.

8. The Rolling Stones (2006)

Gli dei del rock infiammano il Ford Field di Detroit nel 2006 con tre brani che hanno fatto la storia della musica: stiamo parlando di Start Me Up, Rough Justice e (I Can’t Get No) Satisfaction. Da ricordare sicuramente lo spettacolare palco a forma di bocca con linguaccia, logo degli Stones e un Mick Jagger in puro stato di grazia.

7. Prince (2007)

L’anno dopo l’esibizione dei Rolling Stones, l’halftime show fu dedicato al compianto Prince. Un’esibizione davvero incredibile la sua, poiché eseguì quasi tutte cover come Proud Mary dei Creedence Clearwater Revival, All Along the Watchover di Jimi Hendrix e Best of You dei Foo Fighters. Il finale appare quasi scontato: Purple Rain sotto una pioggia battente.

6. Coldplay, Beyoncé & Bruno Mars (2016)

L’esibizione più colorata della storia del Super Bowl. Nella prima parte i Coldplay infiammano il pubblico con grandi classici come Viva la Vida e Paradise, il tutto in preparazione del cuore dell’esibizione, ovvero una sorta di battle tra Bruno Mars e Beyoncé sulle note di Uptown Funk e Crazy in Love. Nel finale i tre artisti eseguono tutti insieme Up&Up e lo stadio si tinge di arcobaleno con la scritta “Believe in love”.

5. Bruce Springsteen (2009)

In questa classifica non poteva mancare l’Halftime Show del Boss. Dodici minuti di grandissima musica, grazie soprattutto all’incredibile E Street Band che accompagna Springsteen sulle note di pezzi come Born To Run e Glory Days. Il Boss riesce a coinvolgere il pubblico come nessuno mai riuscirà, elevandosi a vera e propria icona nazionale.

4. Paul McCartney (2005)

Nel 2006 a Jacksonville avviene qualcosa di incredibile, il Super Bowl ospita nel suo show l’ex Beatles, Sir James Paul McCartney. L’esibizione verrà ricordata nella storia non solo dell’evento, ma in generale della musica, per l’incredibile reazione del pubblico nei confronti di McCartney. Siamo di parte, ma quando partono le note di Hey Jude, la magia è assicurata.

3. U2 (2002)

L’esibizione degli U2 a New Orleans del 2002 ha un sapore del tutto particolare e speciale. Siamo a pochi mesi dal terribile attacco alle Torri Gemelle, e alla band irlandese viene concesso l’arduo compito di commemorare le vittime di quei tragici eventi. Più che uno show è un’esibizione di cordoglio sulle stupende note di Where the Streets Have No Name.

2. Lady Gaga (2017)

Senza ombra di dubbio la più grande esibizione scenografica e non della storia del Super Bowl. La nuova regina del pop in 13 minuti crea uno show folle, iniziando intonando God Bless America dal bordo del NRG Stadium di Houston, per poi lanciarsi nel vuoto, sorvolando il pubblico per raggiungere il palco dove si esibisci con i suoi grandi classici come Poker Face e Million Reasons. Nel finale una stupenda coreografia vestita da giocatrice di football chiude uno show indimenticabile.

1. Michael Jackson (1993)

Al primo posto di questa classifica non potevamo non mettere l’esibizione che ha cambiato la concezione dell’Halftime Show del Super Bowl. Per la prima volta non si esibivano le bande universitarie, ma un popstar internazionale, e chi meglio di Michael Jackson? Il pubblico impazzisce alla vista di qualcosa di mai visto prima, dove il Re del Pop canta e balla sulle note di Billie Jean, Jam e Black or White. Memorabile il finale con Jackson tra il pubblico che canta Heal the World e un pallone areostatico a forma di globo si innalza nel cielo.

Vincenzo Cozzolino
Autore

Classe 1995, studente e appassionato di comunicazione digitale e giornalismo. Ho la musica nel sangue e una ossessione per le serie tv.