Opinion musica

Gazzelle e Mara Sattei hanno scritto la canzone dell’estate?

Le prime maree estive della stagione non ci hanno riportato a riva le classiche bottiglie di plastica, ma Tuttecose. Le ultime tracce di un amore consumatosi lungo quelle sponde. Già dalla copertina il nuovo singolo di Gazzelle e Mara Sattei si presenta come una colazione in tazza grande a base di latte, raggiri e dissidi. Grazie alla partecipazione della sorella del giovane talento Tha Supreme – che dal lancio del singolo Scusa è diventata una delle voci più amate degli scorsi mesi – Tuttecose ha sicuramente preso una piega differente, che si discosta dalla tradizionale malinconia, tipica della vena amarcord del cantautore romano. “E stare male non vale/Se non lo puoi gridare”, una frase che di base esorcizza ogni avventura (estiva e non) finita male. La scelta è personale, chi la canta, chi tramanda questo amore e lo trasforma in ricordi da conservare tra “le pagine della nostra vita”, alcuni, questo è il nostro caso, lo lasciano scemare. Una cosa è certa: tra i castelli di sabbia figurati e non, Tuttecose sventola dalla torre la bandiera della hit estiva.

Benedetta Scorsini
Autore

Benedetta è in continuo conflitto con il suo nome, non si noterebbero le differenze con Mercoledì Addams se non fosse per i capelli biondi. Sembra uscita da un film di Tim Burton, si sentirà realizzata solo quando avrà riunito una personale banda di drughi. Ovviamente sogna la pace nel mondo, ma non capisce come possa coesistere con il femminismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *