Opinion musica

I dieci concerti dell’estate da non perdere

L’estate sta arrivando e con lei una miriade di live imperdibili. Certo, sarebbe bello avere abbastanza tempo (e soldi) per poterli vedere tutti ma siccome siamo certi che le cose siano leggermente diverse, abbiamo selezionato per dieci concerti che sicuramente valgono il vostro impegno e che vi riempiranno occhi e orecchi.

Partiamo, patriotticamente, dal Vasco Nazionale. Tre le location che lo ospiteranno, Lignano, Milano e Cagliari, per un totale di nove date in una ventina di giorni tra fine maggio e giugno. I live di Vasco Rossi non sono semplicemente un rito, una messa cantata, una catarsi collettiva, sono anche uno spettacolo maestoso e ben prodotto. Da vedere almeno una volta nella vita e questo potrebbe essere l’anno giusto per farlo. Nove sono anche le date del tour di Ligabue. Anticipato l’anno scorso sul palco di Collisioni a Barolo, lo spettacolo del rocker di Correggio girerà per l’intero stivale italico (Sicilia compresa). Anche lui amatissimo e con un seguito incredibile, ritorna sul palco dopo un periodo di stop per presentare il suo nuovo disco, Start, uscito lo scorso marzo per Warner Music.

Completa il trittico italico il vulcanico Jovanotti che, già qualche mese fa, ha annunciato il suo Jova Beach Party 2019. Lorenzo ha pensato bene di creare un lunapark da spiaggia, aperto per una giornata intera, dove tutti si possano divertire. Non c’è che dire, sicuramente originale. Se trovate un biglietto per una delle diciassette date in programma non esitate.

A due anni dal debutto mondiale del suo Divide Tour (iniziato a marzo 2017 con due show sold out al PalaAlpitour di Torino), torna in Italia Ed Sheeran. Tre gli appuntamenti: il 14 giugno al Firenze Rocks, il 16 allo Stadio Olimpico di Roma e il 19 allo Stadio San Siro di Milano. Un talento il suo che ha conquistato il pianeta. Una naturale empatia, la semplicità e la padronanza del palco fanno del suo one man show qualcosa di imperdibile. Anche fosse solo per capire se la fama è meritata (e credetemi, lo è) non potete perdervelo.

Il Cartellone del Firenze Rocks (ma anche quello del Collisioni Festival a Barolo) vede la presenza di Eddie Vedder. Magica la sua carriera nei Pearl Jam ma anche quella da solista. Una voce inconfondibile ed evocativa. I precedenti live qui in Italia hanno riscosso un successo incredibile a tutti i livelli. Certo, i Festival sono faticosi, ma per lui ne vale sicuramente la pena. L’edizione 2019 del Firenze Rocks ospita anche un’altra band storica: i Cure. Dagli anni ottanta ad oggi Robert Smith e soci sono arrivati con immutato fascino. In bilico tra dark, pop e rock sincero, il live dei Cure trasmette la sapienza di fare musica e l’abilità della coerenza portata avanti per decenni. Le loro canzoni sono tra le più coverizzate ed utilizzate nelle colonne sonore (ed in effetti, mentre sto scrivendo, This Is Us passa Friday I’m in Love, incredibile).

A luglio arrivano invece i Muse: due date allo Stadio San Siro di Milano ed una all’Olimpico di Roma. Matt Bellamy e soci suonano insieme da venticinque anni ed hanno consolidato la loro anima pop-rock anche proponendo concerti scenograficamente imponenti e musicalmente perfetti. Da vedere, senza ombra di dubbio. Il 2 giugno, direttamente da Las Vegas, arrivano a Firenze, per un’unica data, gli Imagine Dragons, la band capitanata da Dan Reynolds che negli ultimi anni ha ottenuto una serie di successi incredibili. Con un perfetto mix di rock e pop, il loro live è uno dei più interessanti del panorama mondiale.

Sulla scena da decenni invece ci sono i Kiss: unica data italiana del loro tour d’addio il 2 luglio all’Ippodromo SNAI di San Siro. Band simbolo del glam rock, hanno fatto la storia di questo genere musicale e l’occasione è di quelle che potrebbero non ripetersi mai più. Chiudono la nostra lista, e forse anche l’estate 2019, i Florence + The Machine che si esibiranno a Milano a fine agosto in occasione della seconda edizione del Milano Rocks.

Cristina Torti
Autore

Da che ho memoria ricordo di amare la musica. Mi piace scrivere, adoro il cinema e le serie tv. Da qualche anno mi dedico anche alla fotografia con una particolare predilezione per gli eventi live.