Opinion musica

I live in formato drive-in sono la peggior puntata di “Black Mirror”

Con l’emergenza coronavirus, l’alternativa del drive-in per partecipare agli eventi sta prendendo sempre più piede. Utopia Srl, Zoo Srl, Italstage e 3D Unfold, ad esempio, hanno annunciato per la prossima estate Live Drive-In, il primo festival completamente Covid Safety-First che risponderà alle esigenze di sicurezza del momento e permetta di tornare a vivere la socialità e la musica live già dalle primissime fasi della riapertura. Insomma, scordatevi gli stadi, le folle oceaniche e i mega palchi, dovremo abituarci a vivere l’esperienza della musica live in una modalità che ci immerge in quel futuro distopico raccontato da Charlie Brooker in Black Mirror.

Mentre in Italia il Live Drive-In si limita ad essere un progetto presentato nero su bianco, in alcuni Paesi questo format è già realtà. Il primo concerto in formato drive-in è andato in scena a Aarhus, in Danimarca ed ha visto esibirsi Mads Langer, cantautore danese conosciuto per i brani You’re Not Alone e Microscope. Langer ha suonato per 500 paganti asserragliati in oltre 250 auto posizionate nella stessa location che dal 2010 ospita il NorthSide, il più grande festival rock della Danimarca. Lo scenario è black mirroriano: clacson al posto degli applausi, lampeggianti al posto degli accendi e l’audio trasmesso su una speciale frequenza FM ascoltabile dalle autoradio dei veicoli intervenuti. Quello di Mads Langer – ha anticipato l’organizzazione – è stato solo il primo di una serie di eventi che verranno organizzati nel corso delle prossime settimane.

Al Georg Schutz Drive-in Cinema di Dusseldorf, in Germania, ad esibirsi con la medesima modalità (massimo due persone all’intero dello stesso veicolo e il divieto assoluto di lasciare l’auto al fine di garantire il distanziamento sociale) è stato Sido. Il concerto del rapper è andato sold out in pochissime ore, tanto da costringere l’organizzazione ad aggiungere tre nuovi appuntamenti, gli ultimi due sono in programma per il prossimo 11 e 12 maggio.

Emanuele Camilli
Autore

Nasce nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è... Squérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.