News cinema

La guida ai film più attesi del 2021

L’anno che si presenta di fronte a noi – ancora pericolosamente sospeso tra la speranza di un ritorno alla normalità e il persistere della pandemia globale – vede molta carne al fuoco per quanto riguarda il mondo cinematografico se consideriamo la presenza non solo di quei film originariamente programmati per il 2021 ma anche di tutti quelli che, causa la chiusura forzata delle sale cinematografiche, hanno di fatto rimandato all’anno in corso la loro uscita. Di questo secondo gruppo il più atteso è senza dubbio No Time To Die (Cary Fukunaga), 25esimo capitolo della saga dell’agente 007, per la quinta e ultima volta interpretato da Daniel Craig, già paparazzato in inseguimenti mozzafiato, con la sua Aston Martin, tra i Sassi di Matera. Se Craig lascia un altro habitué dell’action movies, Tom Cruise, raddoppia: le riprese di Mission Impossible 7 stanno ancora completandosi tra Venezia, Roma ed Abu Dhabi, mentre è già fissata, per luglio, l’uscita di Top Gun: Maverick. Ambientato più di trent’anni dopo i fatti del primo storico capitolo, la pellicola vedrà il leggendario capitano Pete “Maverick” Mitchell fare da mentore e guida a Bradley, figlio dello scomparso compagno di volo Goose, che cerca di diventare un aviatore proprio come il padre.

Nella serie “rimandati al 2021” rientra anche l’attesissimo Dune di Denis Villeneuve (Enemy, Blade Runner 2049), adattamento per il grande schermo del celebre bestseller di fantascienza di Frank Herbert, che vedrà il personaggio Paul Atreides (Timothée Chalamet) viaggiare verso il pianeta più pericoloso dell’universo per assicurare un futuro alla sua famiglia. Di action e fantascienza si parla anche in Matrix 4 di Lana Wachowski – sequel di Revolutions, uscito nel 2003 – e che vedrà Keeanu Reeves e Carrie-Ann Moss tornare a vestire i panni degli amati personaggi Neo e Trinity. Per la serie “grandi firme” prossimamente sugli schermi P.T. Anderson (Il petroliere) con Soggy Bottom, una pellicola che vedrà Bradley Cooper nei panni di un produttore cinematografico scopritore di talenti nella Los Angeles degli anni Settanta, il quasi omonimo Wes Anderson, con The French Dispatch film dal cast stellare (Adrien Brody, Léa Seydoux, Frances McDormand, Timothée Chalamet, Bill Murray, Owen Wilson) e descritto come un biglietto d’amore per la carta stampata, ambientato in un inesistente paesino della Francia del dopoguerra e West Side Story di Steven Spielberg, film ispirato al famoso musical scritto da Arthur Laurents che racconta di un amore osteggiato tra due membri di gang rivali a New York City.

Attenzione perchè no, anche per l’Oscar, a Nomadland (19 febbraio) film diretto da Chloé Zhao ed interpretato da Frances McDormand, già Leone D’oro a Venezia. Il racconto di un viaggio senza meta per le strade degli Stati Uniti di una donna che, dopo la morte del marito, ha scelto di vivere la sua vita da nomade su un camper. A partire dal 21 settembre potremmo vedere anche la pellicola Assassinio sul Nilo – sequel del film Assassinio sull’Orient Express (2017) – diretto e interpretato da Kenneth Branagh, secondo adattamento cinematografico del romanzo del 1937 Poirot sul Nilo scritto da Agatha Christie. Per l’Italia invece, tre titoli su tutti: Freaks Out commedia fantasy agrodolce di Gabriele Mainetti (Lo chiamavano Jeeg Robot), Diabolik con protagonisti Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea. Poi Paolo Sorrentino che torna nella sua amata Napoli con l’opera intima È stata la mano di Dio. Torneranno sul grande schermo anche i fiabeschi personaggi di Cenerentola, che la pop star Camila Cabello interpreterà in Cinderella, Pinocchio, nel musical stop motion dell’acclamato regista Guillermo Del Toro (che sarà distribuito da Netflix) ed infine Crudelia De Mon – interpretata da Emma Stone – personaggio che avrà una origin story tutta sua dal titolo Cruella, in un’operazione che ricorda quella già intrapresa con successo da Disney nel 2014 con la strega Malefica di Biancaneve, interpretata dalla grande Angelina Jolie.

Per il versante animazione i Pixar studios presenteranno Luca, un film dedicato all’amicizia ambientato in Italia e diretto da un’italiano Enrico Casarosa, mentre il 60° film d’animazione della Disney, Encanto, ci porterà in Colombia. Restando in tema è prossima anche l’uscita del secondo capitolo di Space Jam: A New Legacy. Venticinque anni dopo, la spalla del coniglio della Warner Bros Bugs Bunny sarà non più la leggenda “Air” Jordan ma il fresco vinitore dell’anello NBA con i Lakers “King” LeBron James. In tutto questo la Marvel, da anni dominatrice dei botteghini, quest’anno si farà letteralmente in quattro con Black Widow (7 maggio), Shang-Chi e la leggenda dei dieci cerchi (9 luglio), Gli eterni (5 novembre) e Spider Man 3 (17 dicembre). Dulcis in fundo (solo perchè non è ancora confermata la sua uscita) il ritorno sulla scena, dopo The Irishman, del maestro Martin Scorsese con la pellicola Killers Of The Flower Moon. Film ambientato nell’Oklahoma degli anni Venti dove la noenata FBI sta indagando su una serie di omicidi avvenuta nella comunità di nativi americani di Osage. Nel cast le leggende Robert De Niro e Leonardo Di Caprio. Serve altro?

Andrea Schinoppi
Autore

Nato all’ombra del Colosseo, il background culturale non poteva che essere quello dello storico... mi perdonerete pertanto una certa nostalgia per il rock genuino degli anni andati e per le interpretazioni senza tempo dei maestri De Niro e Al Pacino.