Opinion

Il miracolo James Bay

A quasi un anno esatto da Electric Light è uscito il nuovo EP di James Bay, Oh My Messy Mind, in cui è anche incluso il nuovo singolo Bad, presentato da Bay dal vivo durante il tour primaverile e presto diventato uno dei pezzi preferiti dei fan. Nominato tre volte per i Grammy Awards e universalmente conosciuto nell’universo pop per la sua trascendente abilità vocale e il suo senso del soul, il cantautore e polistrumentista ha così presentato l’uscita del progetto: «Ho voluto mettere in musica un carico emotivo pesante che sentivo di avere in quel frangente, e che ancora, di tanto in tanto, ritorna. Nel processo di composizione che ne è seguito ho cercato di dare una forma quanto più coerente con quello che era il mio stato d’animo».

Insieme a Bad, prodotta da Dan Wilson (Someone Like You di Adele) vi sono la collaborazione con Julia Michaels Peer Pressuree due inediti, Break My Heart Right e Rescue, quest’ultimo scritto in collaborazione con Ryan Tedder e prodotto da Ariel Rechtshaid. Il risultato è un prodotto schietto ma allo stesso tempo malinconico, in cui la trascendente voce di James Bay viene accompagnata da arrangiamenti perlopiù incentrati su chitarra acustica e pianoforte e da cui traspare quell’emotività struggente a cui ci ha abituato James Bay nel corso della sua carriera.

Dopo un 2018 che lo ha visto protagonista della scena pop mondiale sia con l’album Electric Light che con un tour che ha registrato diversi spettacoli tutti esauriti in giro per il mondo oltre che uno storico duetto con i Rolling Stones, questo 2019 sembra già essere una continuazione dell’ascesa dell’artista britannico. Dopo aver appena terminato un tour che lo ha visto esaurire il Beacon Theatre di New York per due serate, lo vedremo presto in Italia, prima al Teatro Romano di Verona il 15 giugno e poi ad aprire per il tour europeo di Ed Sheeran all’Olimpico di Roma e a San Siro. Oh My Messy Mind non sembra essere altri che un’incoraggiante conferma dell’indiscusso talento di James Bay e simbolo di un’ascesa che non sembra ancora essere giunta al suo apice.

Bojan Zeric
Autore

Figlio di una generazione e di un mondo con cui il più delle volte desidererebbe avere poco a che fare, Bojan vive le sue giornate una canzone per volta. Mentre è alla ricerca di una strada di vita concreta, porta avanti le sue passioni per la musica, il basket e la scrittura, che probabilmente non lo porteranno lontano, ma con cui interrompe la monotonia delle sue settimane in attesa di capire dove potrà arrivare.