News musica

Achille Lauro è passato a Warner Music senza il nullaosta della Sony?

Achille Lauro ricoprirà il ruolo di Chief Creative Officer per Elektra Records Italia, l’etichetta fondata negli Stati Uniti nel 1950 da Jac Holzman e Paul Rickolt; l’annuncio è arrivato poche ore fa tramite i canali social dell’artista romano. “È un onore per me dirvi che da oggi sarò il nuovo Chief Creative Officer di Elektra Records per l’Italia, etichetta internazionale che nella storia ha rappresentato Jim Morrison, i Doors e i Queen ( ma anche Tim Buckley, Stooges e MC5 ndr.)”, ha scritto Achille Lauro, per poi annunciare che anche i suoi prossimi lavori in studio saranno pubblicati sotto l’Elektra Records, tutto questo “grazie alla firma di un nuovo contratto discografico Warner Music Italy, tra i più importanti della storia della musica italiana degli ultimi anni. Dio c’è”.

A quanto pare però, la decisione sembrerebbe essere stata presa senza il nullaosta di Sony Music, l’unica società che attualmente può seguire le attività discografiche di Lauro. A darne notizia è stata proprio la Sony con un comunicato stampa corto e conciso inviato pochi minuti fa alla stampa. “Con riferimento al comunicato fatto circolare in data odierna relativo alla nomina dell’artista Achille Lauro a Chief Creative Director di Elektra Records – scrive la Sony – si precisa che l’artista Achille Lauro ha in essere un contratto di esclusiva con Sony Music per ogni sua pubblicazione discografica”.

A chiarimento di quanto diffuso dalla Sony Music, il manager Angelo Calculli dichiara: “Achille Lauro non ha alcun contratto diretto con Sony Music bensì era concesso in licenza dalla De Marinis. Non essendo un artista in cast, era tenuto solo a licenziare dischi. È azzardato comunicare la titolarità della persona. La società, attraverso l’avvocato Andrea Pietrolucci e me, ha comunicato già da mesi a Sony Music che l’artista sarebbe andato in licenza ad altra discografica, prova ne è l’ampia corrispondenza intercorsa. Si evidenzia infine come tale informazione fosse già di dominio pubblico al punto che l’artista ha affrontato Sanremo palesemente senza il supporto di Sony Music e che, essendo nota la fine del rapporto con la stessa, ha ricevuto durante il periodo sanremese proposte da tutte le major di settore. Ove Sony Music ritenga di essere lesa nei suoi diritti potrà nel caso percorrere altre strade piuttosto che quelle giornalistiche, ma ciò non toglie che ufficialmente da oggi Achille Lauro è un artista Elektra Records/Warner Music Italy”.